Come aumentare il numero di partenze in laghetto?

Discussioni, opinioni e consigli sul proprio spot, su come scegliere la posta e dove calare i nostri finali.

Moderatori: angelo, 80luke

Rispondi
diegof
Carpisti New
Carpisti New
Messaggi: 4
Iscritto il: 01/10/2015, 17:58
Regione: Veneto
sesso: M
data di nascita:: 03 mar 1982
Record cappotti: 3

Come aumentare il numero di partenze in laghetto?

Messaggio da diegof » 02/10/2015, 10:25

Ciao a tutti.
sono nuovo e da qualche mese ho ripreso in mano le vecchie canne e mi sto avvicinando pian piano al CF.
Essendo particolarmente inesperto mi scuso in anticipo se dovessi scrivere cavolate.
Scrivo per chiedere qualche consiglio e fare finalmente un po' di chiarezza... Ma veniamo al dunque.
Pesco principalmente in un laghetto artificiale libero, collegato su un lato ad un canale di bonifica. Il fondo è decisamente melmoso, acqua torbida e poco profonda (circa 1,5 metri anche al centro). Il laghetto non è grandissimo, sarà 50mt x 100mt circa, ha un isolotto in mezzo e io pesco da riva.
Pressione di pesca molto bassa, credo che quasi nessuno (a parte qualche mio tentativo passato) usi boiles.
Ci sono sicuramente carpe, tinche e credo pescigatto. Non so cos’altro.
Parlando di carpe (il mio obiettivo principale), la più grossa che ho tirato su era sui 2 Kg, e secondo me non ce ne sono di molto più grandi, anche se spero di sbagliarmi in realtà…
Nel lago si vedono spesso carpe saltare o salire a galla e spesso si notano anche le bolle, ma anche lanciando in prossimità di questi punti spesso non riesco a tirare su nulla (e il vero problema non è che si slamino, è proprio che non vedo nessuna mangiata…)
Per ora ho sempre pescato a fondo, usando mais innescato direttamente all’amo o innescato sul rig assieme ad un chicco popup che tenga un po’ sollevata dal fondo l’esca. Nessuna pasturazione né preventiva, né durante la sessione di pesca. Le mie sessioni non durano mai più di 4 ore (sempre di corsa, pochissimo tempo).
Ultima cosa: uso come lenza madre un 0.35, come terminale fluorocarbon da 15 libbre, piombo intorno ai 50-70 gr e come ami dei numero 6 o 4 (ultimamente mi è venuto il dubbio che siano troppo grandi).
Sospetto che il problema delle mancate mangiate, sia legato al fatto che la mia “misera” esca si perda in questo lago e di fatto senza pastura non riesco ad attirare il pesce nel mio spot.
Premetto che non avrò mai il tempo per andare a pasturare prima della sessione, mi chiedevo se si possa fare qualcosa almeno durante la sessione stessa.
Escluderei lancio con fionda o con spomb, perché ho paura che non riuscirei sempre a lanciare nello stesso punto e disperderei quindi la pastura (inoltre se pasturo con mais o altre granaglie leggere non riuscirei a lanciarlo troppo lontano da riva con la fionda).
Come potrei fare ad attirare velocemente le carpe vicino alla mia esca?
So che ci potrebbero essere varie alternative: feeder, sacchettini pva, fili pva, altro?
Vorrei sapere secondo voi quale potrebbe essere il modo migliore e più facile, dato che sono davvero alle prime armi, per migliorare un po' le mie sessioni e avere qualche mangiata in più.
Eventualmente mi indicate anche esche o pasture (ma già pronte mi raccomando, perchè ho davvero poco tempo) che potrebbe valere la pena provare date le mie premesse?
Ringrazio in anticipo chiunque vorrà perdere qualche minuto e darmi dei consigli.
Ciao!

Diego



Avatar utente
Scaled_71
Carpisti Esperti
Carpisti Esperti
Messaggi: 208
Iscritto il: 28/07/2014, 18:32
Regione: Toscana
Località: Valdarno fiorentino
sesso: M
data di nascita:: 12 lug 1971
Record cappotti: 2

Re: Come aumentare il numero di partenze in laghetto?

Messaggio da Scaled_71 » 02/10/2015, 12:09

diegof ha scritto:Pesco principalmente in un laghetto artificiale libero, collegato su un lato ad un canale di bonifica. Il fondo è decisamente melmoso, acqua torbida e poco profonda (circa 1,5 metri anche al centro). Il laghetto non è grandissimo, sarà 50mt x 100mt circa, ha un isolotto in mezzo e io pesco da riva

Ciao Diego....l'ambiente di cui parli è veramente piccolo, quindi non credo proprio che siano indispensabili pasturazioni importanti per far sentire l'esca alle nostre amiche carpe, magari sarebbe importante cercare di capire meglio se in tal lago esistono veramente carpe di taglia oppure no....ed il numero approssimativo di altri pesci.....scardole, carassi, pesci gatti....

Per dire, l'esigua profondità (Max 1.5 m) farà si che le condizioni "medie" non siano particolarmente favorevoli al metabolismo delle carpe se non in pochi mesi all'anno...in quanto d'estate sarà "un forno" con molte alghe, mentre d'inverno sarà presumibilmente con acque (dove si trova???) fredde / molto fredde...in più...se la competizione alimentare è alta in relazione al cibo naturale disponibile, ...ecco....difficilmente ci potrai trovare carpe oltre i 5-6 kg...con ciò...non sono certo pesci da snobbare ;) , ma il tutto va ridimensionato a livello di attrezzatura in relazione alla taglia in questione ;)

Resta da capire meglio l'influenza che possa avere il canale di bonifica, la sua profondità e larghezza / lunghezza......ed eventualmente se in certi periodi dell'anno...le carpe abbandonino o meno la "pozzetta" per cercare ambienti più confortevoli, vedi appunto il canale

Visto che parli di un fondale melmoso, io proverei a cercare aree in cui (se ci sono) il fondale è più duro e pulito, non tanto perchè le carpe non possano mangiare nel fango...quanto perchè la presentazione di pesca è mediamente più facile e redditizia su queste aree

Se non ci fossero, usa principalmente granaglie (almeno i primi tempi) e cerca di utilizzare montature che non ti trascinino il tutto sotto la melma, magari usandone una con piombo a perdere con "braccio" lungo anche 30-40cm....sperando così che a sprofondare sia solo il piombo e non l'esca :?

Visto il piccolo ambiente e la presenza quasi certa di diverso pesciolame, io cercherei di pasturare su ogni innesco con un Max di 1 kg di esca (granaglie) per poi rinfrescare dopo diverse ore o dopo una cattura. Riguardo al discorso distanza, da ora in poi potresti utilizzare la tecnica di congelare dei cilindretti di granaglie per poilanciarli con precisione con una buona fionda

Come esche potresti usare sempre il mais, oppure anche boiles di medio diametro (sui 16-18 mm) provando magari diverse presentazioni percapire quale potrebbe render meglio

In bocca al lupo, facci sapere ! ;)
Ultima modifica di Scaled_71 il 02/10/2015, 12:29, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Scaled_71
Carpisti Esperti
Carpisti Esperti
Messaggi: 208
Iscritto il: 28/07/2014, 18:32
Regione: Toscana
Località: Valdarno fiorentino
sesso: M
data di nascita:: 12 lug 1971
Record cappotti: 2

Re: Come aumentare il numero di partenze in laghetto?

Messaggio da Scaled_71 » 02/10/2015, 12:19

diegof ha scritto:Ultima cosa: uso come lenza madre un 0.35, come terminale fluorocarbon da 15 libbre, piombo intorno ai 50-70 gr e come ami dei numero 6 o 4 (ultimamente mi è venuto il dubbio che siano troppo grandi)
Beh, se vuoi una autoferrata abbastanza efficente (se poi il piombo sprofonda nel fango è un altro discorso...ma lo dovresti percepire ;) ) in genere con 50-70 gr potresti usare ami di misura non superiore al 6, forse meglio un 8......se la canna lo permette (ed il fondale lo "sostiene") aumenta un po' il peso del piombo....per un amo del 4 -2 secondo me ci vuole almeno un 120-140 gr ;)

Giusto per concludere il mio"intervento" (poi vediam cosa dicono gli altri), devi entrare nell'idea che per avere successo il sessioni di 3-4 ore max è necessario lanciare nel punto giusto, all'ora giusta e con l'esca giusta.... ;) ....ed avere anche una buona dose doi fortuna, quella ci vuole sempre ! :lol:

diegof
Carpisti New
Carpisti New
Messaggi: 4
Iscritto il: 01/10/2015, 17:58
Regione: Veneto
sesso: M
data di nascita:: 03 mar 1982
Record cappotti: 3

Re: Come aumentare il numero di partenze in laghetto?

Messaggio da diegof » 02/10/2015, 17:56

Grazie a entrambi per le indicazioni!

Confermo che c'è un sacco di pesciame di disturbo.
Mi stavo chiedendo se provare anche ad attirare le carpe con dei sacchettini di PVA o con un pasturatore riempito con qualche pastura già pronta. In questo modo sarei sicuro che la pastura finisce per forza di cose vicino al mio innesco (a mais).

Avatar utente
pipozzi
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 337
Iscritto il: 07/11/2011, 11:18
Regione: Veneto
Località: Padova
sesso: M
data di nascita:: 27 set 1971
Record cappotti: 4

Re: Come aumentare il numero di partenze in laghetto?

Messaggio da pipozzi » 29/08/2016, 17:26

Allunga il finale perchè con fango e melma meglio lungo, per il momento lascia stare piombi e ami perchè quello che devi fare e cercare la mangiata, prima cosa prendi una canna metti un galleggiante e controlla se vedi mangiate a galla magari con un chicco o due di mais quello del supermercato per capirci pastura solo con due scatole di "bonduelle" . Se vedi mangiate mi sa che devi pescare con pop-up presentata molto alta o a zig-rig
Il problema di quei posti e la putrefazione del fondale annusa bene la boiles quando la tiri fuori dall' acqua, i mei consigli sono questi secondo me non mangiano sul fondo in un posto così a meno che non ci sia un pò di lago pulito e duro magari con sassi sul fondo, prova con esche che non assorbono acqua tipo tiger nuts o boiles di plastica, aumenta molto gli aromi e gli attrattori se fai self e usa una boiles con solvente a ph acido "monster crab" o "ananas" , pescaci col freddo non con il caldo perchè i laghetti piccoli con il caldo si inchiodano.
Pipozzi carp specialist PD

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “SCELTA E PARERI SULLA POSTA / SPOT”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti