Tiger Nut : Preparazione, Cottura e Mantenimento

Discussioni relative alle granaglie

Moderatori: angelo, 80luke

Avatar utente
penela
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 4064
Iscritto il: 29/05/2008, 15:28
Regione: Lombardia
Località: San Donato Milanese (MI)
sesso: M
data di nascita:: 22 mag 1977
Record cappotti: 10

Re: Tiger Nut : Preparazione, Cottura e Mantenimento

Messaggio da penela » 06/09/2011, 13:56

zambo68 ha scritto:
Ritchie ha scritto:
zambo68 ha scritto:Ho provato a cuocerle e come dice Penela, rimangono abbastanza dure e ho notato che infilandole co l'ago alcune si spezzano. Per innescarle sarebbe meglio forarle col trapanino oppure lasciandole nel suo liquido di cottura per alcuni giorni si ammorbidiscono?
Ciao zambo,
le tiger vanno bucate sempre col trapanino. A fine cottura se le mordi (non temere, sono buonissime) si rompono in modo croccante.
Io ho un trapanino che in teoria e' per le tiger ma secondo me fa un buco un po' grosso 4/4,5 mm , per questo motivo chiedo se esistono dei ferma esche appositi oppure si utilizzano i comuni ferma esche (gommini) in qualche modo che io non conosco?
il trapanino che dici tu credo sia quello per bucarle e rendrle pop up tramite la spugnetta o sughero...
ripeto, io le ho sempre bucate con un normale ago da innesco e non ho mai avuto problemi ;)


Immagine Immagine

GRAN MAESTRO DEL CAPPOTTO
SE MANGIA MALE é IL PESCE, SE MANGIA BENE é IL FONDO!!!!!
COMPLIMENTI, AVRA' SUI 7 KG.... (Aneste)

Avatar utente
Fabione
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 1413
Iscritto il: 07/08/2009, 12:40
Regione: Emilia Romagna
Località: Lugo di Romagna (RA)
sesso: M
data di nascita:: 09 dic 1975
Record cappotti: 7

Re: Tiger Nut : Preparazione, Cottura e Mantenimento

Messaggio da Fabione » 06/09/2011, 13:59

quello che hai tu è un trapanino si per le tiger, ma per fargli un buco in cui mettere cilindretti in sughero per farle galleggiare.

io per forare boilies e granaglie dure in genere uso un normale trapanino da modellista con una punta da 1,5mm circa.
per fermarle uso un semplice fermaesche (nel mio caso specifico è un pezzetto delle fascette a strappo da estintore)
Fabio Cassani
Immagine Immagine
ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
zambo68
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 938
Iscritto il: 08/06/2011, 9:49
Regione: Lombardia
Località: Mradolo Terme (pv)
sesso: M
data di nascita:: 06 lug 1968
Record cappotti: 5

Re: Tiger Nut : Preparazione, Cottura e Mantenimento

Messaggio da zambo68 » 06/09/2011, 14:15

E si, mi sa tanto che avete ragione, l'ho comprato online e non ho fatto caso alle dimensioni del foro!!!! Grazie, consigli sempre preziosissimi!!!
Immagine

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: Tiger Nut : Preparazione, Cottura e Mantenimento

Messaggio da Ritchie » 06/09/2011, 15:31

Le tiger devono poter restare in acqua per molto tempo; dato che non si "scaricano" come le boilies, non c'è da preoccuparsi se perdono aroma.
Per questo motivo devono essere dure, altrimenti col tempo possono essere attaccate da pesce di disturbo che le rovina.
Per me, "dure" significa che devono essere bucate col trapanino; uno con punta da 1,5 come dice Fabione (o anche da 1 mm.) va bene.
Per farle restare ferme sul rig esistono diversi sistemi:
- la girella del top rig, oppure un piattello per il d-rig (gli inneschi bilanciati sono il meglio per uqeste esche)
- un chicco in gomma di dimensioni idonee per l'hair rig
;)
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “GRANAGLIE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti