Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Discussioni generali relative alle boilies per carpfishing ed alle vostre ricette self made

Moderatori: angelo, 80luke

Rispondi
Avatar utente
FruLLo_82
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 1416
Iscritto il: 15/06/2009, 11:49
Regione: Emilia Romagna
Località: MODENA
sesso: M
data di nascita:: 28 set 1982
Record cappotti: 9
Contatta:

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da FruLLo_82 » 29/09/2010, 12:37

ciandy ha scritto:
FruLLo_82 ha scritto:fare un mix 50 -50 scarso... non ha nulla... fa pena... ma è un eccelso trasportatore di basi aromatiche e gustative, aggiungete per chilogrammo 50 o 100 grammi di idrolizzato di fegato ... non avete dato poi molto a livello nutrizionale a sta benedetta pallina... ma è veloce, immediata, digeribile e in settembre e ottobre i pesci ve la divorano più di un pallina estremamente pensata e sofisticata!... non so se è chiaro cosa voglio dire
mi sembra stiamo andando a parare su argomenti fuori tema e quasi insensati. comunque da come la butti giù te dovremmo pescare tutti con un 50/50 imbottito di idrolizzati (50/100 gr a kg ? vuoi dire dai 3.5 ai 7 euro solo per quello?? ahah beh non ho tutti sti soldi da spendere...e non lo reputo utile poi in un 50/50..) e straimbottite di aromi e cazzate varie? forse è + utile star li mezza giornata su un foglio di carta a pensare come strutturare un mix decente senza spendere esagerazioni. Poi il discorso del 50/50 non sta in piedi. Io pesco tutto l'anno SOLO in un posto con pasturazioni di + settimane..secondo te quello è un mix adatto? vedo più utile un buon birdfood o birdfish e per farlo decente bisogna pure pensarci. Saprai che farine dai da mangiare ai pesci ma non cosa dai in termini di nutritività.
saluti.
PS: i valori delle farine possono variare e sai che faccio? prendo il foglio excel e modifico i parametri...semplice..veloce..pratico...
ri-saluti.
IL MIO ERA SOLO UN ESEMPIO :o
e ti dirò di più, se reagisci così non hai proprio capito molto del mio intervento... io cercavo di far capire come la pensa dna... e con l'esempio dell'idrolizzato in un mix 50-50 cercavo solo di portarti un ennesimo esempio di come se fai una pescata di 2 o 3 giorni senza pasturazione preventiva e in una canna inneschi una pallina così al 90% i primi giorni le prendi con quella... anche se è un base-mix del cavolo!
I miei toni non erano affatto ne polemici ne irruenti... te lo giuro!
è che non so da quanto peschi e poco importa ,ma quando credi di aver calcolato il mix perfetto e ideale... o pasturi e peschi solo dove pasturi per mesi lo stesso spot o troverai spesso un cretino che ti prende pesci a raffica di fianco con un mix 50\50 come elencato sopra... provare per credere...

parliamo di cose diverse... tu pasturi sempre preventivamente... io no... se te la metto così potremmo mai usare il medesimo mix??

PS. prima che te la prendi , sto parlando con il sorriso... :) e non voglio essere più esperto in self made di nessuno...


TEAM IO E BASTA !

ciandy
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 2281
Iscritto il: 23/04/2009, 9:45
Regione: Veneto
Località: Tribano Padova
sesso: M
data di nascita:: 30 gen 1987
Record cappotti: 6

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da ciandy » 29/09/2010, 20:19

calmissimo tranquilli :mrgreen: scusa no n l'avevo nemmeno visto :5:
..l'unico cappotto che conosco è quello di mia madre..

Avatar utente
FruLLo_82
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 1416
Iscritto il: 15/06/2009, 11:49
Regione: Emilia Romagna
Località: MODENA
sesso: M
data di nascita:: 28 set 1982
Record cappotti: 9
Contatta:

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da FruLLo_82 » 30/09/2010, 19:03

figurati... l'importante è sempre chiarirsi, è molto facile capire maleattraverso una tastiera :P
TEAM IO E BASTA !

Fabiet
Carpista
Carpista
Messaggi: 20
Iscritto il: 04/11/2009, 20:15
Regione: Lombardia
sesso: M
data di nascita:: 28 dic 1989
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Fabiet » 03/10/2010, 22:41

ciandy ha scritto:
FruLLo_82 ha scritto:fare un mix 50 -50 scarso... non ha nulla... fa pena... ma è un eccelso trasportatore di basi aromatiche e gustative, aggiungete per chilogrammo 50 o 100 grammi di idrolizzato di fegato ... non avete dato poi molto a livello nutrizionale a sta benedetta pallina... ma è veloce, immediata, digeribile e in settembre e ottobre i pesci ve la divorano più di un pallina estremamente pensata e sofisticata!... non so se è chiaro cosa voglio dire
mi sembra stiamo andando a parare su argomenti fuori tema e quasi insensati. comunque da come la butti giù te dovremmo pescare tutti con un 50/50 imbottito di idrolizzati (50/100 gr a kg ? vuoi dire dai 3.5 ai 7 euro solo per quello?? ahah beh non ho tutti sti soldi da spendere...e non lo reputo utile poi in un 50/50..) e straimbottite di aromi e cazzate varie? forse è + utile star li mezza giornata su un foglio di carta a pensare come strutturare un mix decente senza spendere esagerazioni. Poi il discorso del 50/50 non sta in piedi. Io pesco tutto l'anno SOLO in un posto con pasturazioni di + settimane..secondo te quello è un mix adatto? vedo più utile un buon birdfood o birdfish e per farlo decente bisogna pure pensarci. Saprai che farine dai da mangiare ai pesci ma non cosa dai in termini di nutritività.
saluti.
PS: i valori delle farine possono variare e sai che faccio? prendo il foglio excel e modifico i parametri...semplice..veloce..pratico...
ri-saluti.

Semplice velo ce e pratico?? :lol: :lol: :lol: :lol: ...Anche io lo uso....ma ricordati che è solo una cosa indicativa...MOOOLTO indicativa!!!......Non puoi fare affidamento su quel programma!
Da quello che ho letto fino ad ora avete a parer mio tutte e 2 una buon ragione..nel senso che un 50/50 tagliato con un 50/100 gr di idrolizza ti diventa una pallina letale e molto attrattiva PER L'INVERNO se dovessi usarlo in primavera o nelle restanti stagioni sono soldi buttati.....Mentre per il discorso di Candy è divetrso..tu affronti una psturazione mirata e lunga e un 50/50 è scartato dal principio....Per una situazione come la tua servirebbe una pallina mirata sulle proteine e carboidrati....MOLTISSIMO digeribile.......
Il 50/50m è nato per far divertire i self maker e per fra credere alle nostre amiche di riuscirgli a dare una pallina con dei nutrimenti anche se qauesti nutrimenti non ci saranno mai....quindi un mix da botta e via.

Avatar utente
Antonio Lestart
Carpisti Premium
Carpisti Premium
Messaggi: 85
Iscritto il: 21/10/2010, 18:54
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 18 mag 1968
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Antonio Lestart » 21/10/2010, 21:31

Ciao a tutti non so se disturbo ma vedo se riesco a dire la mia.
Anzitutto secondo me va fatta chiarezza sull'origine del 50/50 e sui significati che poi col tempo ha assunto.

L'origine di questo mix 50/50 è di una semplicità assurda, 50% semolino e 50% soya.
Come? Tutto qui? Si, tutto qui...........
Il primo mix che ha fatto la sua comparsa nel mondo del carpfishing e da cui tutti i successivi derivano deve il suo successo alla sua semplicità, ma che racchiude in sè la storia di tutti i mix: EQUILIBRIO.
Con questo primo rudimentale mix si è voluto associare 2 elementi che garantissero oltre ad un apporto alto di carboidrati derivato dal semolino, anche un tasso proteico rilevante derivato dalla soya. Il tutto ovviamente perfettamente legante e rollabile?
Questi origini poi ovviamente altre esigenze sia gustative che nutrizionali, hanno spinto ad ampliarsi questa base creando mix appena più complessi ma che cmq garantissero un semplice punto di partenza da cui ricavare mix più complicati.
In sostanza oggi il termine 50/50 equivale a quello di mix di base, e ne potremmo elencare molti.
La successiva mirata verso boilies ad alto tasso proteico ha spinto a formulare mix base che già comprendessero derivati del latte.
Ma definire oggi un mix base è semplice solo se non si perde di vista l'obiettivo principale:
UNA BUONA BASE, SEMPLICE, DIGERIBILE, LEGANTE E FACILMENTE ROLLABILE. Spero di essere stato utile e cercato di spiegarmi bene. :roll:

Avatar utente
angelo
Consigliere
Consigliere
Messaggi: 8431
Iscritto il: 19/03/2009, 20:27
Regione: Piemonte
Località: prato sesia
sesso: M
data di nascita:: 18 ott 1953
Record cappotti: 7

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da angelo » 21/10/2010, 21:54

50-50,detto in due parole.......gli fai cradere che stà mangiando una bella fetta di torta mentre in realtà mangia un semplice pezzettino di pane
Immagine Immagine Immagine Immagine
Red Angel bait Official Tester

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Ritchie » 21/10/2010, 22:18

Le parole di Antonio mi consolano, in mezzo ad un putiferio di farine stavo perdendo l'orientamento.
La semplicità del 50/50 è disarmante e non andrebbe mai persa di vista, troppe volte siamo presi dalla corsa al super-mix dietro il quale spesso il ragionamento e la coerenza difettano.
Ma, sempre senza allontanarsi dal terreno della semplicità, molti di voi ricorderanno quanto sosteneva il nostro nutrizionista, il doc viganò ora forse inghiottito da una carpa più grande di lui: le fibre. Proteine sì, e carboidrati anche (con misura) ma sono le fibre che consentono alla carpa di svuotarsi la pancia nel momento stesso in cui se la riempie; per lei che non ha stomaco questa è una goduria suprema.
Quindi, rilancio: mix base con 40% fibre (germe, crusca e simili), 30% semolino e 30% soia. Poi pochissimo taglio, cercando di creare l'aroma con le farine stesse più che con gli additivi.
Ovvio che la meccanica della boilie conta molto (qui però dipende da come e dove si pesca); infatti, le farine ricche di fibre aumentano la granulometria media del mix.
Che ne dite?
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

Avatar utente
Antonio Lestart
Carpisti Premium
Carpisti Premium
Messaggi: 85
Iscritto il: 21/10/2010, 18:54
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 18 mag 1968
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Antonio Lestart » 21/10/2010, 22:39

Stai attento con le fibre non siamo nella frega o fine frega.... e poi non esagerare perche sono anche sazianti in particolare la crusca.
adesso ti faccio un esempio di quello che io uso

Ecco il mio mix da usare come base per successivi mix o anche così come per pasturazioni a lungo termine.
300 gr. semolino
300 gr. soya tostata
300 gr. farina di ceci granulometria fine, buone proteine e buon legante,e de anche un emulsionate
100 gr. latte in polvere
Se lo rolli da solo sono più che sufficienti 3 uova intere e 2 albumi
io per le pasturazioni lo rollo con 1 uovo intero e 1 albume più latte
questi se no sbaglio dovrebbero essere i valori
PROTEINE 26%
CARBOIDRATI 52%
GRASSI 6,3%
spero di esserti stato d'aiuto.

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Ritchie » 21/10/2010, 22:42

Antonio Lestart ha scritto:Stai attento con le fibre non siamo nella frega o fine frega.... e poi non esagerare perche sono anche sazianti in particolare la crusca.
adesso ti faccio un esempio di quello che io uso

Ecco il mio mix da usare come base per successivi mix o anche così come per pasturazioni a lungo termine.
300 gr. semolino
300 gr. soya tostata
300 gr. farina di ceci granulometria fine, buone proteine e buon legante,e de anche un emulsionate
100 gr. latte in polvere
Se lo rolli da solo sono più che sufficienti 3 uova intere e 2 albumi
io per le pasturazioni lo rollo con 1 uovo intero e 1 albume più latte
questi se no sbaglio dovrebbero essere i valori
PROTEINE 26%
CARBOIDRATI 52%
GRASSI 6,3%
spero di esserti stato d'aiuto.
Certo che mi sei stato d'aiuto, tra l'altro hai tirato fuori la farina di ceci che mi è sempre stata simpatica (come quella di arachidi). Ma non sono tanto d'accordo sul fatto che la crusca sia saziante, anzi, credo che alla carpa le farine di questo tipo (fibre) entrino dal davanti ed escano dal didietro in men che non si dica.
Se però mi porti altri elementi, potrei cambiare idea....
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

Avatar utente
Antonio Lestart
Carpisti Premium
Carpisti Premium
Messaggi: 85
Iscritto il: 21/10/2010, 18:54
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 18 mag 1968
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Antonio Lestart » 21/10/2010, 22:49

Sono il primo ad usare la crusca per vari fattori ma tranquillo che ti porto tutti gli elementi che vuoi adesso vado a letto che sono appezzi ma tranquillo non scappo.
Ti riconfermo che la crusca e anche saziabile ma tutto dipende dalle dosi io ne inserisco un massimo di 5o grammi ma non lo considero mai nel kg del mix, sempre di fuori.
Notte a domani. :9:

Avatar utente
Antonio Lestart
Carpisti Premium
Carpisti Premium
Messaggi: 85
Iscritto il: 21/10/2010, 18:54
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 18 mag 1968
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Antonio Lestart » 21/10/2010, 23:10

Sai andare a letto con il pensiero della crusca none da me altrimenti domani trascorrevo una brutta giornata, :hyst: :hyst: :hyst: :hyst: :hyst: :hyst:
eccoti alcuni info tratti dall' enciclopedia dei frumenti,
La crusca nell'alimentazione moderna [modifica]

La crusca è un alimento dal basso valore nutritivo e dall'alto contenuto di fibre. Viene spesso consigliata con un entusiasmo superiore alle sue reali qualità: va invece sottolineato come, alla luce della sua analisi nutrizionale, non possa venire considerata un alimento vero e proprio, sebbene in alcuni limitati impieghi possa rivelarsi utile.
È principalmente ricca di fibre e induce un maggior senso di sazietà senza, di fatto, nutrire. Le persone che abbiano necessità di maggior motilità intestinale (la crusca assorbe molta acqua, ammorbidisce le feci grazie all'acqua assorbita e facilita pertanto la defecazione) o chi voglia alleviare la fame nervosa, può trovarla utile come integratore della normale dieta quotidiana. Va notato, però, che risultati molto più apprezzabili si ottengono con una dieta correttamente ricca di frutta e verdura, ben più ricche di vitamine e sali minerali.
Le cause di questo, tuttavia, restano non del tutto chiarite e non ci sono motivi di ritenere che la crusca in sé sia un'opzione salutistica rispetto all'alimento integrale.
In pratica non c'è ragione di valutare più utile aggiungere crusca ai consueti alimenti raffinati rispetto al consumare alimenti integrali, non raffinati e quindi più ricchi di sostanze nutritive.

spero di averti fatto cambiare idea. posso darti un consiglio? se lo usi per entrare davanti e uscire dietro come dici tu :hyst: :hyst: puoi usare i tigernut che sono auto pasturanti. adesso vado a letto e spero di esserti stao d'aiuto se hai delle altre domando non esitare a chiedere, ciao

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Ritchie » 22/10/2010, 13:43

Caro Antonio,
sei una persona competente ed esponi le tue opinioni in modo chiarissimo.
Proprio per questo, mi piace contraddirti.
Le carpe non hanno stomaco. Lo stomaco (semplificando al massimo) è come un serbatoio nel quale il cibo ingerito viene immagazzinato in attesa di fargli compiere il suo percorso giù per l'intestino. Non possedendo questo serbatoio, le carpe necessitano di assumere il più velocemente possibile tutte le ssotanze nutritive che gli servono, cosa alla quale provvedono gli enzimi che agiscono a livello dell'intestino. La "sazietà" per le carpe penso possa intervenire solo nel caso in cui il percorso del cibo nell'intestino è ostacolato dalla natura del cibo stesso. La stessa sensazione per noi si riassume nel concetto di "stomaco pieno", che è cosa ben diversa; me ne guardo sempre dall'adattare alle carpe verità valide per noi umani.
Le fibre possiedono due caratteristiche fondamentali: da una parte producono enzimi, dall'altra sono facilmente attaccabili dagli enzimi presenti nel'intestino (il loro facile "rammollimento" che ne facilita l'espulsione è il risultato dell'azione degli enzimi). Quindi sono il massimo per quanto riguarda la digeribilità, che deve essere la caratteristica prima per un mix destinato a pasturazione preveniva, soprattutto se usato in posti dove le boilies sono scnosciute, e magari c'è presenza abbondante di alimento naturale. Ovvio che se parliamo di mix per sessioni veloci il discorso cambia di molto.
Per contro, le fibre non danno quasi nulla a livello di carboidrati, grassi, proteine, tutte cose che hanno certamente una loro importanza, quindi noi dobbiamo cercare un mix che contenga anche qualcosa di questi elementi nutritivi, ma la digeribilità resta al primo posto.
Spero di averti fatto cambiare idea.... ;) certo che no, infatti non resta che provare. Il mio mix per pasturazioni preventive d'ora in poi sarà basato sulla crusca.
Ti leggo volentieri.
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

Avatar utente
Antonio Lestart
Carpisti Premium
Carpisti Premium
Messaggi: 85
Iscritto il: 21/10/2010, 18:54
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 18 mag 1968
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Antonio Lestart » 22/10/2010, 18:05

Come bene hai visto i miei pensieri sono quelli e penso che rimangono come sono perche li o costruiti con della esperienza e prove contro prove, nottate con nottate, ma questo none che vengo contro a te, e penso che ne anche tu mi venga contro ? e semplicemente uno scambio di idee di entrambi, rispetto pianamente la tua idea!!!
ma scusami la mia non la cambio mai.

PS. l'idea del confronto fra la tuo stomaco e il loro lo faccio anche io. :P :P :P :P :12: la fine della tuo scritto idem anche io !!! :12: :12: :12: :12: :12: :12:

sempreleon
UTENTE BANNATO
Messaggi: 278
Iscritto il: 19/03/2009, 19:06
Regione: Emilia Romagna
Località: Ferrara
sesso: M
data di nascita:: 28 apr 1973
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da sempreleon » 22/10/2010, 19:51

Si parla di fibre.....alla fine viene sempre tirata in ballo crusca e crusca.......ma oltre a sta crusca quali altre sono le fibre?

Avatar utente
Antonio Lestart
Carpisti Premium
Carpisti Premium
Messaggi: 85
Iscritto il: 21/10/2010, 18:54
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 18 mag 1968
Record cappotti: 0

Re: Digeribilità delle boiles (proteine, grassi e carboidrati)

Messaggio da Antonio Lestart » 22/10/2010, 21:30

sempreleon ha scritto:Si parla di fibre.....alla fine viene sempre tirata in ballo crusca e crusca.......ma oltre a sta crusca quali altre sono le fibre?
Si in fatti non si fa altro che parlare o tirare fuori sempre la crusca ma secondo il mio parere e le mie esperienze, essendo che sono anche testardo o voluto cercare e provare varie farine e cosi non mi sono fermato alla crusca ma ad un'altra farina? dal nome farina di palma detta King palm.

La farina della palma nota come "King Palm" fornisce numerosi nutrimenti utili. In particolare, il suo contenuto di fibre alimentari è maggiore di quello di frumento, orzo, segale crusca. Di una ricerca della federazione universitaria di santa catarina che si trova in brasile, che in sud america la king palm e usata nella produzione di diversi prodotti, tutta via le industrie utilizzino il cuore della pianta scartando la farina le fibre delle foglie. Cosi i ricercatori hanno ottenuto le foglie per poterci lavorare.
Gli studiosi le hanno così esaminate, insieme alla farina, per verificarne, struttura, composizione chimica e proprietà antiossidanti. Le foglie sono state così macinare con un mulino e fatte essiccare tramite forno ventilato.(Che e come faccio io)
Di cui contiene sostanze enzimatiche che rendono la digestione più rapida.Le successive analisi hanno mostrato come la farina di King Palm offra livelli di fibra alimentare nella misura del 70,85%. Inoltre, essa contiene anche alti valori di sostanze buone, come il magnesio ( 517,03 mg/100 g), il calcio ( 801,33 mg/100 g), il potassio ( 1.041,95 mg/100 g), ed il ferro ( 7,31 mg/100 g). Infine, sono presenti anche il 3,51% di proteine, lo 0,91% di grassi ed il il 3,2% di ceneri. Alla fine essa contiene alcune sostanze che alla carpa fanno del bene perché se non sbaglio e tutto NATURALE! non fermiamoci solo alla crusca! .......... :barco:

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “BOILIES CARPFISHING IN GENERALE e RICETTE Self Made”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 20 ospiti