immissioni di carpe nei laghi a pagamento

Qui per parlare della natura e dell'ambiente. Problemi ambientali dei luoghi di pesca e delle acque interne, SEGNALAZIONI e varie per il rispetto della natura e dei regolamenti.

Moderatori: angelo, 80luke

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

immissioni di carpe nei laghi a pagamento

Messaggio da Ritchie » 14/02/2012, 18:33

Il precedente topic dello stesso titolo è stato bloccato poichè lo staff ha ritenuto, a ragione, che si sia andati troppo in OT.
Lo ripropongo qui, pregando tutti di attenersi al tema.
Per agevolare il discorso pongo la domanda diretta: come dovrebbero essere immesse le carpe in un lago a pagamento, secondo voi? Intendo dire dal prelievo dalle vasche di allevamento, al trasporto, all'immissione nel lago. Situazione attuale, situazione ottimale (ma fattibile), suggerimenti ed esperienze.
Invito alla discussione anche Max in qualità di esperto gestore di uno di questi laghi.
Per cortesia astenersi da battute e pessimismi, i laghi a pago ci sono e ci saranno quindi il meglio che possiamo fare è dare un piccolo contributo per renderli, se possibile "a misura di carpa".
La domanda non è tanto rivolta a chi pesca in libera, quanto a chi ha le sue ragioni per pescare a pago ma vorrebbe avvicinarsi il più possibile a condizioni "naturali".
Vediamo se riusciamo a farci c hiudere il topic anche questa volta ;)
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

Avatar utente
penela
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 4064
Iscritto il: 29/05/2008, 15:28
Regione: Lombardia
Località: San Donato Milanese (MI)
sesso: M
data di nascita:: 22 mag 1977
Record cappotti: 10

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da penela » 14/02/2012, 20:09

ciao Mauro,

non ho grande esperienza in "immissioni" ma sicuramente non come le trote nei laghetti :fischiet2:
ho visto alcuni filmati dove immettevano carpe in Francia e facevano in un modo che potrebbe essere "ideale"...non per immettere grandi quantità però (ma basterebber farlo in più volte) anche se poi alla fine i costi di trasporto lieviterebbero (perchè il camion e il treasporto non credo siano gratis)...
come dovrebbero essere immesse? si prende una carpa per volta, la si mette nella sacca e si sta con il pesce per qualche tempo per farla riprendere un minimo dagli stress vari...non mi sembra complicato no? ;)
il rispetto per il pesce ci vuole che siano 1, 10, 100, 10000 carpe
a voi la parola.....
Immagine Immagine

GRAN MAESTRO DEL CAPPOTTO
SE MANGIA MALE é IL PESCE, SE MANGIA BENE é IL FONDO!!!!!
COMPLIMENTI, AVRA' SUI 7 KG.... (Aneste)

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Ritchie » 14/02/2012, 21:22

Certo Luca, secondo me hai centrato uno degli aspetti principali del problema.
Perchè liberare 150 carpe in un colpo? 150 carpe sono anche una bella massa da trasportare. 150 carpe trasportate tutte insieme sono costrette per forza di cose a stare una addosso all'altra. I pesci destinati ai laghi a pago sono stressati per autonomasia, ma forse c'è stress e stress.
Ritengo che il modo migliore di maneggiare una carpa sia quello che usiamo noi, tramite un carp sack. 10 o 15 carpe potrebbero essere liberate in meno di mezz'ora usando un carp sack. E con poche immissioni periodiche di 10 o 15 carpe credo che qualsiasi lago sia a posto, non stiamo parlando del lago di Garda...
Credo che si possa fare molto per dare al pesce un pò di quel poco rispetto residuo che si meriterebbe. Per esempio coinvolgendo i pescatori nel momento in cui si liberano i pesci, chiedendo loro una mano....
Ci vorrebbe Max però, per spiegarci qualcosa di più.
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

goldberg
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 4431
Iscritto il: 25/10/2010, 17:13
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 29 lug 1982
Record cappotti: 0

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da goldberg » 14/02/2012, 21:31

secondo mè il meglio sarebbe avere una vasca interna al lago(nel senso un pezzo di sponda) in cui ci si mettono dentro le carpe appena arrivate,e si tengono li un giorno o due per ambientarsi un attimo e poi vengono immesse poco per volta nel lago.(l ho visto fare una decina di anni fà con pesci gatto,storioni e qualche carpa).il prelievo dalle vasche da cui provengono penso che sia per tutti la cattura con guadini,e per il trasporto in camion con vasche ossigenate.penso che quando le scaricano dal camion ci sono due metodi:o con un guadino,oppure con un tubo.perchè a mano la vedo dura...e pericolosa!spero di non aver detto cavolate...,cmq se uno vuole essere delicato il modo lo trova!

Avatar utente
penela
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 4064
Iscritto il: 29/05/2008, 15:28
Regione: Lombardia
Località: San Donato Milanese (MI)
sesso: M
data di nascita:: 22 mag 1977
Record cappotti: 10

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da penela » 14/02/2012, 22:08

goldberg ha scritto:secondo mè il meglio sarebbe avere una vasca interna al lago(nel senso un pezzo di sponda) in cui ci si mettono dentro le carpe appena arrivate,e si tengono li un giorno o due per ambientarsi un attimo e poi vengono immesse poco per volta nel lago.(
be', così sarebbe il top del top :12:
Immagine Immagine

GRAN MAESTRO DEL CAPPOTTO
SE MANGIA MALE é IL PESCE, SE MANGIA BENE é IL FONDO!!!!!
COMPLIMENTI, AVRA' SUI 7 KG.... (Aneste)

Avatar utente
Max74
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2922
Iscritto il: 17/08/2009, 10:33
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 16 mag 1974
Record cappotti: 100
Contatta:

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Max74 » 15/02/2012, 0:23

Buonasera, mi sento di rispondere a questo topic, cercherò di essere conciso...

1)L'immissione di carpe da allevamento come sapete ha dei limiti di peso, difficilmente si potranno trovare carpe di taglia, quindi ipotizziamo un imissione regolare con una taglia media che puo' andare dai 4/5 kg agli 8/9 kg, stiamo parlando di pesci non enormi e quindi più facilmente gestibili.
La prassi sarebbe quella di prelevare il pesce dalle vasche con dei guadini, 1 o 2 pz alla volta, per poi immettterli nel camion tramite le apposite aperture poste sul ''tetto'' ,ovviamente la vasca è costantemente ossigenata.
Solitamente quando si arriva a destinazione è necessario capire se le condizioni dell'acqua in cui sono i pesci sono simili alle condizioni delle acque di immissione ( cosa quasi impossibile), bisognerebbe prima di tutto abbassare il livello dell'acqua del automezzo e riempirlo gradatamente con l'acqua del lago in cui vengono rilasciate, questo per ceare una sorta di adattamento ( più che altro alle temperature), fatto questo solitamente i camion di trasporto hanno delle aperture a ghigliottina nella parte bassa della botte, a queste aperture vengono applicati dei grossi e lunghi tubi di gomma morbida che fanno da ''veicolo'' dal camion all'acqua, solitamente il tubo arriva diversi metri oltre la riva in modo che il pesce quando entra sia già in acqua ''alta''.
Teoricamente queste uscite sono di ampie dimensioni, cosi come il tubo, in modo che una volta aperte il pesce scivola via da solo in acqua senza nessun tipo di danno..

Ho visto immissioni di questo genere...anche nel mio lago..in questo caso nello storiodromo..e devo dire che questo sitema funziona, o per lo meno sembrebbe abbastanza adeguato.

2)Se invece siamo in presenza di carpe di taglia il classico tubo..non va più bene, inquanto le dimensioni non sono piu adeguate a gestire il pesce.
In questo caso la soluzione migliore è quella di prelevare un pesce alla volta dalla botola superiore del camion, e poi tramite un guadino,un carpsack o similari...vengono immesse e rilasciate come si fa con una cattura...quindi messe in acqua delicatamente e poi lasciate andare.

Nel caso 1 sopra riportato puo' succedere che chi immette il pesce voglia vederlo per bene prima di pagarlo, a questo punto possono verificarsi situazioni diverse come il trasporto manuale dalla botte al lago in modo da controllare le carpe una ad una... questa situazione però puo' portare a trascurare il pesce, inquanto se il numero dei pesci è elevato..entrano in gioco diversi fattori...disattenzione..stanchezza...fretta..e ci si puo 'trovare in immissioni che danneggiano qualche esemplare...

Nel caso 2 sopra riportato i pesci per la taglia che hanno raggiunto vanno invece spostati solo con il sistema chiamiamolo ''manuale'' e solitamente se gli esemplari sono pochi e chi le trasporta ha un po' di buon senso non dovrebbe succedere nessun tipo di danno...dipende però con cosa lo si trasporta... se uso una cariola sicuramente è peggio di un buon guadino....

Concludo ricordando che questi trasportatori portano indistintamente diversi tipi di pesce..come trote,pesci gatto, carpe, lucci, scardole..pesce bianco etc..etc..quindi hanno un metodo di lavoro uguale per tutti... se pensate che le trote vengono mangiate e cosi la maggior parte delle prede pescate nei laghi...potete capire che non si è mai sviluppata una cultura in base al pesce che si trasposrta , ma lo si ha sempre trattato nella stessa maniera. Quello che voglio dire è che solo nella nostra disciplina che si pone una marcata attenzione al pesce...e quindi puo' essere anche comprensibile il fatto che chi li trasporta non veda differenze tra pesce e pesce..a questo punto deve essere il gestore a dare gli input al trasportatore altrimenti questo scarica semplicemente come ha sempre fatto..carpe..trote o quel che sia per loro è uguale...

mi fermo qua perchè potrei scrivere per ore su questo argomento....ma poi andrei fuori tema, quindi passo e chiudo! ;)
Immagine Immagine
PCF E' AMICO DELL'AMBIENTE E A FAVORE DEL RICICLAGGIO


www.passionecarpfishing.com
www.lagomandarino.it

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Ritchie » 15/02/2012, 9:04

Quindi esiste la possibilità di trasportare i pesci dall'allevamento al camion e dal camion al lago in modo da non arrecargli eccessivi traumi (intendiamoci, lo stess per il pesce esiste sempre). Questa possibilità sta tutta al gestore.
A questo punto sorge una domanda: ma quante carpe vengono trasportate per volta? Mi riferisco a carpe di dimensioni medio-piccole (dai 4-5 agli 8-9 chili), dato che, come dimostrato in più occasioni, carpe di taglia negli allevamenti non dovrebbero essercene.
Quando un gestore decide che è arrivato il momento di ripopolare il lago, e con quanto pesce? E quanto spesso in un anno? Perchè una cosa è se devo fare immissioni periodiche di 10 carpe, una cosa se ci voglio buttar dentro 150 pesci in un colpo, come al lago Boschetto, tra l'altro non piccoli.
Esiste un regolamento in merito? Suppongo di no, allora non sarebbe il caso di muoversi per richiederlo?
Se non è possibile fare dei passi in questo senso, allora ditemi voi che differenza passa fra pescare carpe o trote di allevamento, in un lago a pago.
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

Avatar utente
Ilovethisgame87
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 2913
Iscritto il: 30/04/2010, 15:53
Regione: Lombardia
Località: Milano
sesso: M
data di nascita:: 29 set 1987
Record cappotti: 13

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Ilovethisgame87 » 15/02/2012, 11:28

Penso che tutto si puo' fare in sicurezza e quando dico tutto e' proprio tutto. Dal trasporto di pesci alla vita quotidiana.
Ma come sempre ci vuole tempo,denaro e serieta'. Questi tre fattori non sempre si trovano.
Quello che mi fa pensare e' che il gestore in primis ne avvantaggia di un lavoro fatto bene. Cioe' se gestissi un lago, vorrei che tutto venisse fatto nel migliore dei modi. Saranno i miei Pesci e voglio che siano trattati bene.
Come e' giusto pretendere massima serieta' dai pescatori che frequenteranno il lago credo che sia ancora piu' giusto pretenderla dal gestore stesso.
www.passionecarpfishing.com
Chi dorme non piglia pesci. Hahah
Matteo Grazioli

Avatar utente
Max74
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2922
Iscritto il: 17/08/2009, 10:33
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 16 mag 1974
Record cappotti: 100
Contatta:

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Max74 » 16/02/2012, 8:02

:hyst:
Ritchie ha scritto:A questo punto sorge una domanda: ma quante carpe vengono trasportate per volta? Mi riferisco a carpe di dimensioni medio-piccole (dai 4-5 agli 8-9 chili), dato che, come dimostrato in più occasioni, carpe di taglia negli allevamenti non dovrebbero essercene..
Dipende dalle dimensioni del camion, e da quante te ne servono per il ripolomaneto.Se vuoi sapere il numero, devi fare dei calcoli sul volume d'acqua e peso medio del pesce,trovi il numero massimo.
Chi ti dice che negli allevamenti carpe di taglia non drovebbero esserci?? Credi che gli avanotti siano riprodtti in laboratorio? :hyst:
Ritchie??ma che stai a dire.... le carpe di taglia negli allevamenti ci sono, molte e grandi, si è sempre detto che è difficile che te le diano...perchè per loro son sempre riproduttori....se poi ogni tanto qualche pezzo lo vendono...ne hanno tutto il diritto!
Fai attenzione a quello che scrivi..perchè quello che capisci e trai le conclusioni...non è detto che si la verità...e detto così fai passare situazioni legali per miscugli magici di passacarte..
Ritchie ha scritto: Quando un gestore decide che è arrivato il momento di ripopolare il lago, e con quanto pesce? E quanto spesso in un anno? Perchè una cosa è se devo fare immissioni periodiche di 10 carpe, una cosa se ci voglio buttar dentro 150 pesci in un colpo, come al lago Boschetto, tra l'altro non piccoli.
Esiste un regolamento in merito? Suppongo di no, allora non sarebbe il caso di muoversi per richiederlo?
Se non è possibile fare dei passi in questo senso, allora ditemi voi che differenza passa fra pescare carpe o trote di allevamento, in un lago a pago.
Il gestore decide di ripololare in base alla sua esigenza, e comunque rispettando sempre i parametri di volume acqua..numero pesci presenti.
Se ci vuoi buttare 10 carpe o 150...sono solo numeri ..se necessito di un ripopolamento maggiore perchè magari ho pocho pesce.... puoi buttarne anche 1.000....
Per il discorso Lago Boschettov: Non usare mai più una discussione in cui mi chiedi di intervenire in modo tecnico e poi mi infili in situazioni che non conosco e decisamente off topic...RILEGGITI IL TITOLO.... ti ripeto.. non permetterti più questi giochetti non mi piacciono... se hai problemi con qualcuno risolvi chiamando direttamente queste persone e chiedi informazioni direttamente...grazie.

Si esitono i regolamenti internazionali del CITES e tantissime regolamentazioni per i pesci di allevamento, quindi se vuoi informazioni dettagliate sul trasporto del pesce di allevamento puoi cercare info sul web.

Pescare carpe o trote di allevamento??? :lol: Scusa ma cosa stai dicendo?? non capisco..

Guarda che la maggior parte delle carpe arrivano dagli allevamenti ... non dirmi che non sai come mai in ogni buco d'acqua ci sono i pesci??

Inziamo ed andiamo indietro tanti anni fa....quando nel dopoguerra l'Italia inizio crescere.... nacquero i primi allevameti di pesce...questi allevamenti furono autorizzati dal ministero a prelevare campioni di specie per inziarne a studiare la linea e riprodurne ai vari fini commerciali, esclusivamente per mangiarlo....
quando po si inziarono le grandi opere stradali che durarono diversi anni e sono tutt'ora in corso...si inzio a scavre..quesi famosi laghi..buche..vuchette..laghetti..lagoni...che trovi disseminati per l'italia....
Ti ricordo...perchè forse non sai..che ogni buco scavato dal cavatore che poi si fosse riempito d'acqua, naturalmente o artificialmente...dopo l'opera il cavatore aveva degli obblighi contrattuali con lo stato, dati dalla consessione di scavo, tra i vari obbligi , voglio citarne 3 che ritengo quelli che interessano a noi..
1) Messa in sicurezza delle rive...quindi il dover creare la sponda dell'intero bacino
2) Piantumazione del perimetro....se noti bene o male tutti questi posti sono piantumati chi piu chi meno..
3) RIPOLOAMENTO del bacino con pesce-.....ti rammento che all'epoca le carpe e gli amur erano la specie meno costosa del mercato, a differenza di pesci gatto e persici reali che avevano carni piu pregiate...quindi tutti questi cavatori principlmente hanno buttato questa specie..... non lo sapevi??
Inoltre questa tipologia di pesce era anche consigliata per tenere a bada le famose alghe..e quindi la maggior parte dei contadini buttava amur e carpe...

Credi che a Montorfano..o Le Torbiere D'Iseo.. dove peschi ogni tanto i pesci li abbia creati la natura da sola??? Non pensi che hai tempi della cava.....a fine lavori... un CAMION è arrivato li ed ha scaricato le carpe???
Ma ragazzi cerchiamo di informarci sulle origini di ciò che vogliamo tratttare....
Quindi se la pensi cosi...tu stesso stai pescando le trote di allevamento :20:

Seppur off topic in questo momento ti dico che vedo in te un atteggiamento coercitivo e molto chiuso in una tua guerra personale verso..i laghi...Fortunatamente per me qualcosina sò anch'io....altrimenti qua si fa passare pure i pesci di serie A o B.. :glck:
Immagine Immagine
PCF E' AMICO DELL'AMBIENTE E A FAVORE DEL RICICLAGGIO


www.passionecarpfishing.com
www.lagomandarino.it

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento

Messaggio da Ritchie » 16/02/2012, 8:36

beh.... non voglio che diventi una questione personale fra me e Max. che tra l'altro è un amico, quindi invito altri a dire la loro.
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

gobbonegg
UTENTE BANNATO
Messaggi: 966
Iscritto il: 07/09/2009, 11:39
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 12 ott 1972
Record cappotti: 5

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da gobbonegg » 16/02/2012, 9:53

Max74 ha scritto:
Chi ti dice che negli allevamenti carpe di taglia non drovebbero esserci?? Credi che gli avanotti siano riprodtti in laboratorio? :hyst:
Ritchie??ma che stai a dire.... le carpe di taglia negli allevamenti ci sono, molte e grandi, si è sempre detto che è difficile che te le diano...perchè per loro son sempre riproduttori....se poi ogni tanto qualche pezzo lo vendono...ne hanno tutto il diritto!


Che i pesci di taglia ci siano in allevamento e' lampante,ma la domanda e' se ci sono nati!
Non servira' un laboratorio per far nascere un'avannotto,ma non e' neanche cosi' semplice e automatico farlo in cattivita',non veniamo a raccontare che basta mettere un po di carpe dentro una vasca di cemento per moltiplicarle

Seppur off topic in questo momento ti dico che vedo in te un atteggiamento coercitivo e molto chiuso in una tua guerra personale verso..i laghi...Fortunatamente per me qualcosina sò anch'io....altrimenti qua si fa passare pure i pesci di serie A o B.. :glck:


Qui secondo me ti sbagli Max,non esistono carpisti di serie A o di serie B,ma dire che una carpa nata e cresciuta dentro una vasca di cemento,ingrassata a suon di pellet,mollata in un lago a pago dove viene allamata 20-30 volte in un anno e' uguale ad una carpa selvaggia del Po (il primo esempio che mi e' venuto in mente).....a me sembra una cavolata.Opinione personale ovviamente

Avatar utente
Max74
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2922
Iscritto il: 17/08/2009, 10:33
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 16 mag 1974
Record cappotti: 100
Contatta:

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Max74 » 16/02/2012, 10:06

gobbonegg ha scritto: Che i pesci di taglia ci siano in allevamento e' lampante,ma la domanda e' se ci sono nati!
Non servira' un laboratorio per far nascere un'avannotto,ma non e' neanche cosi' semplice e automatico farlo in cattivita',non veniamo a raccontare che basta mettere un po di carpe dentro una vasca di cemento per moltiplicarle
Ma come se ci sono nati?? Se rileggi quello che ho scritto sopra..quando gli allevamenti sono nati hanno preso gli esemplari dalle acque libera, con decreto ministeriale per lo scopo della salvarguadia e la reiproduzioen della specie...
Ma scusa è normale che qualsiasi animale allevato i primi esemplari arrivino dalla natura?? Persino la gallina capisci???
I primi esemplari probabilmente non esisteranno nemmeno più..saranno morti di vecchiaia...ma laspecie è continuata nell'alllevamento...
Allevare e riprodurre i esci è una tecnica che dominiamo da decenni Gobboneg... non ti chiedere nemmeno se si riesce o meno a riprodurli...si riesce..
Comunqu egli allevamenti non tutti sono vasche di cemento... fai quach ericerca..oppure vai a visitarna qualcuno di quelli piu importanti..

Seppur off topic in questo momento ti dico che vedo in te un atteggiamento coercitivo e molto chiuso in una tua guerra personale verso..i laghi...Fortunatamente per me qualcosina sò anch'io....altrimenti qua si fa passare pure i pesci di serie A o B.. :glck:[/quote]
gobbonegg ha scritto: Qui secondo me ti sbagli Max,non esistono carpisti di serie A o di serie B,ma dire che una carpa nata e cresciuta dentro una vasca di cemento,ingrassata a suon di pellet,mollata in un lago a pago dove viene allamata 20-30 volte in un anno e' uguale ad una carpa selvaggia del Po (il primo esempio che mi e' venuto in mente).....a me sembra una cavolata.Opinione personale ovviamente
Ma cosa centra questa cosa????? Io vi ho detto che anche in tutte le buche scavate ci sono pesci che sono stati buttati dall'allevamento appena il cavatore ha finito di scavare!!!! Quindi che se tu pensi che una carpa di allevamento sia coem una trota di allevamento...le carpe che prendi in posti coem le torbiere...che vengono definti posti in libera...le carpe sono di allevamento...buttate magari 30/40 anni fa...quello che è...ma non ci sono nate..almeno all'inizio!!!!!!!!!! Punto stop
Tu hai fato delle considerazioni che io non ho detto!!!!
Immagine Immagine
PCF E' AMICO DELL'AMBIENTE E A FAVORE DEL RICICLAGGIO


www.passionecarpfishing.com
www.lagomandarino.it

gobbonegg
UTENTE BANNATO
Messaggi: 966
Iscritto il: 07/09/2009, 11:39
Regione: Emilia Romagna
sesso: M
data di nascita:: 12 ott 1972
Record cappotti: 5

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da gobbonegg » 16/02/2012, 10:55

Max74 ha scritto:
gobbonegg ha scritto:

Allevare e riprodurre i esci è una tecnica che dominiamo da decenni Gobboneg... non ti chiedere nemmeno se si riesce o meno a riprodurli...si riesce..
Comunqu egli allevamenti non tutti sono vasche di cemento... fai quach ericerca..oppure vai a visitarna qualcuno di quelli piu importanti..


Lo so che si riesce a riprodurli,un mio amico aveva un allevamento! ma concorderai con me che per un allevamento e' piu' semplice e piu' redditizio stoccare nelle vasche carpe acquistate dai pescatori di professione possibilmente gia' grosse.Che poi esistano ancora allevamenti seri...lo spero bene,ma come costi di gestione non possono avere prezzi concorrenziali.Se un giorno avrai tempo e voglia di portarmi dove ti fornisci tu...ci vengo volentieri.


Ma cosa centra questa cosa????? Io vi ho detto che anche in tutte le buche scavate ci sono pesci che sono stati buttati dall'allevamento appena il cavatore ha finito di scavare!!!! Quindi che se tu pensi che una carpa di allevamento sia coem una trota di allevamento...le carpe che prendi in posti coem le torbiere...che vengono definti posti in libera...le carpe sono di allevamento...buttate magari 30/40 anni fa...quello che è...ma non ci sono nate..almeno all'inizio!!!!!!!!!! Punto stop
Tu hai fato delle considerazioni che io non ho detto!!!!



Non capisco....quindi se io prendo una carpa in Po e' come se la prendessi al Boschetto perche' comunque mille anni fa i romani hanno importato le carpe in Italia e provengono quindi entrambe da allevamenti?

Avatar utente
Ritchie
Carpista Super
Carpista Super
Messaggi: 3504
Iscritto il: 10/10/2009, 8:42
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 01 feb 1958
Record cappotti: 9

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Ritchie » 16/02/2012, 13:04

Max74 ha scritto:Per il discorso Lago Boschettov: Non usare mai più una discussione in cui mi chiedi di intervenire in modo tecnico e poi mi infili in situazioni che non conosco e decisamente off topic...RILEGGITI IL TITOLO.... ti ripeto.. non permetterti più questi giochetti non mi piacciono... se hai problemi con qualcuno risolvi chiamando direttamente queste persone e chiedi informazioni direttamente...grazie.
Non giudico ancora arrivato il momento di risponderti, Max, ma su questo punto non posso non farlo.
In un post di poco precedente ho auspicato un tuo intervento tecnico con queste parole:

Credo che si possa fare molto per dare al pesce un pò di quel poco rispetto residuo che si meriterebbe. Per esempio coinvolgendo i pescatori nel momento in cui si liberano i pesci, chiedendo loro una mano.... Ci vorrebbe Max però, per spiegarci qualcosa di più.

Questo è l'unico passo in cui ti ho nominato. Quale sarebbe la situazione in cui ti ho infilato? Quali sarebbero i giochetti che mi sono permesso? Con chi dovrei avere dei problemi? Grazie a te se me lo chiarisci, Max.
Immagine Immagine Immagine
nous sommes du soleil

Avatar utente
Max74
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2922
Iscritto il: 17/08/2009, 10:33
Regione: Lombardia
Località: Brescia
sesso: M
data di nascita:: 16 mag 1974
Record cappotti: 100
Contatta:

Re: immissioni di carpe nei laghi a pagamento - 2

Messaggio da Max74 » 16/02/2012, 14:21

gobbonegg ha scritto:Non capisco....quindi se io prendo una carpa in Po e' come se la prendessi al Boschetto perche' comunque mille anni fa i romani hanno importato le carpe in Italia e provengono quindi entrambe da allevamenti?
Ancora?? Ma cosa centra Po'..ma chi l'ha mai nominato!!..

Ti ho detto che nelle CAVE libere o a pagamento che siano... esempio le TORBIERE..considerate acque libere.... anche li le carpe sono state immesse dall'uomo con carpe provenienti dagli allevamenti di pesce.. punto stop!!! Quindi... se tu giudichi una carpa di serie A una carpa nata..e cresciuta in natura...quelle carpe non lo sono...quindi se tanto mi da tanto..è di serie B.
Non mik sembra di aver detto altro!!! ;)
Immagine Immagine
PCF E' AMICO DELL'AMBIENTE E A FAVORE DEL RICICLAGGIO


www.passionecarpfishing.com
www.lagomandarino.it

Rispondi

Torna a “AMBIENTE E NATURA (Segnalazioni)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite